Che cos’è l’epifora?

L’epifora è la lacrimazione degli occhi come risultato di un ridotto deflusso lacrimale, cioè si ha un drenaggio lacrimale difettoso.
È anche una diagnosi che facciamo solo dopo aver escluso l’ipersecrezione, che è una lacrimazione reattiva o lacrimazione come abbiamo già descritto in un post precedente del blog.
Prendendo un’anamnesi accurata e facendo un esame sistematico delle palpebre, della superficie oculare e del sistema lacrimale, posso distinguere tra ipersecrezione ed epifora, e questo è molto importante perché il trattamento dell’ipersecrezione è in gran parte medico e quello dell’epifora è chirurgico.
Ci sono molte cause di epifora o lacrimazione degli occhi. Ci sono cause congenite e cause acquisite.
La causa più comune di epifora nei primi due anni di vita è un’ostruzione congenita del sistema di deflusso lacrimale chiamata ostruzione congenita del dotto nasolacrimale.
Negli adulti, soprattutto negli anziani e più comunemente nelle donne, la causa più comune di un occhio che lacrima quando non è dovuta a blefarite o occhio secco è una stenosi acquisita del dotto nasolacrimale. Inoltre, una malposizione delle palpebre inferiori può causare occhi che lacrimano, poiché le lacrime non vengono catturate dai piccoli puncta o dai fori all’estremità mediale delle palpebre inferiori.
Normalmente le lacrime entrano nei puncta e drenano attraverso i canaliculi nel sacco lacrimale e lungo il sistema di deflusso lacrimale. L’ostruzione completa del dotto nasolacrimale o del sistema di deflusso lacrimale è relativamente facile da diagnosticare con la giusta sequenza di test e di imaging diagnostico e di sondaggi e siringhe. Un’ostruzione parziale del dotto lacrimale può essere più difficile da confermare e può richiedere l’esecuzione di speciali radiografie e scansioni di medicina nucleare.
Ogni punto del sistema di drenaggio lacrimale può essere ostruito, dal punctum su vicino all’occhio, giù fino all’interno del naso dove il dotto lacrimale si apre e può causare epifora.
I sintomi dell’epifora sono la lacrimazione con le lacrime che traboccano sulla guancia in caso di compromissione molto grave del drenaggio lacrimale, fino alla lacrimazione intermittente con un blocco parziale principalmente in inverno e al freddo. I sintomi possono essere unilaterali o bilaterali, e gli occhi che lacrimano a causa dell’epifora sono di solito molto peggio nei mesi invernali e con tempo ventoso.
Se c’è una raccolta di muco all’interno del sacco lacrimale (un mucocoele) l’occhio può anche essere appiccicoso, o ci può essere un reflusso di lacrime da un sacco allargato indietro attraverso l’occhio dando sintomi improvvisi di zampilli d’acqua, che poi scende sulla guancia dopo aver prima offuscato la vista. A volte una raccolta stagnante di lacrime all’interno del sacco lacrimale può infettarsi e causare una dacriocistite acuta.
Con l’epifora e un menisco lacrimale elevato, la visione può diventare piuttosto offuscata. Questo effetto è secondario all’effetto prismatico del menisco lacrimale elevato. L’effetto prismatico del menisco lacrimale e l’offuscamento si notano in particolare quando si guarda in basso, per esempio quando si legge o si gioca a golf.
La visione può anche essere semplicemente offuscata perché le lacrime hanno schizzato gli occhiali rendendoli sporchi. Inoltre, la lacrimazione cronica dell’occhio o epifora può causare una pelle delle palpebre inferiori rossa e dolorante e persino contribuire a girare la palpebra inferiore chiamata ectropion. L’eccessivo asciugamento delle lacrime può esacerbare un ectropion e indebolire il tendine canthal mediale.
Valutiamo tutto questo in una valutazione delle lacrime per gli occhi che lacrimano alla Clinica London.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.