Come vendere vestiti usati, in modo sostenibile

Sia che tu abbia un guardaroba straripante, il senso di colpa dell’acquirente per troppi pezzi nuovi di zecca con i cartellini, o semplicemente una pila di vestiti di cui non ti sei più innamorato, sapere come vendere vestiti usati potrebbe tornarti utile.

Soprattutto in questo momento, molti di noi si sono ritrovati con del tempo extra o il bisogno di qualche soldo in più, il che potrebbe spronarti a mettere in vendita dei vestiti. O forse un progetto secondario sarà solo una gradita distrazione da ciò che sta accadendo nel mondo in generale.

Qualunque siano le tue ragioni, c’è anche un lato positivo sostenibile nella vendita dei tuoi vestiti usati. Secondo l’ente di beneficenza WRAP, si stima che ogni anno circa 140 milioni di sterline di vestiti finiscano in discarica solo nel Regno Unito. Dare ai nostri vestiti una nuova vita nel guardaroba di qualcun altro è un modo per ridurre questo numero e la nostra impronta di carbonio.

Consigli per vendere vestiti usati online

Cosa si venderà e a quanto?

Quando selezioni i tuoi vecchi vestiti, cerca le inserzioni di pezzi simili usati, se sono stati venduti recentemente e la fascia di prezzo. Questo ti aiuterà a decidere cosa vale la pena di mettere là fuori e cosa no, così come quale prezzo di partenza scegliere. Puoi sempre recuperare o riciclare i vestiti che non si vendono o che non sono in buone condizioni.

Pensa anche alla stagione. Anche se non c’è niente di male ad avere inserzioni per bikini in inverno o maglieria in estate, metti gli articoli più stagionali in cima al tuo profilo, così gli acquirenti che cercano pezzi di tendenza e di stagione vedono prima quelli.

Fai in modo che le tue foto contino

Rendi giustizia ai tuoi vestiti e aumenta le possibilità di vendita con belle foto. Alcune di fronte a uno sfondo senza disordine, sia in stile flay lay che su una gruccia, e una di te che indossi il capo funziona perfettamente. Non sottovalutare mai il potere di una buona illuminazione (scatta sempre alla luce naturale se puoi), e diventa il migliore amico del tuo ferro da stiro.

Siiii onesto

Anche se vuoi essere entusiasta e descrittivo, anche la casella di testo ‘sull’articolo’ deve essere sincera. Dai dettagli accurati, inclusi eventuali difetti, non importa quanto piccoli, e dove si colloca nella scala da nuovo a usato. La gente compra sempre cose che non sono in perfette condizioni se il prezzo è giusto, e l’onestà ti aiuterà a costruire una reputazione di fiducia, quindi resisti a sorvolare su qualsiasi piccolo difetto.

Impara l’etichetta

Ogni applicazione ha le sue regole, ma ci sono alcuni consigli universalmente riconosciuti per diventare un venditore a cinque stelle. Per esempio, cerca di rispondere il più rapidamente possibile. Una risposta rapida aiuta a evitare che i potenziali acquirenti cerchino un oggetto simile altrove, oltre a garantirti un’ottima recensione. Comunica anche quando hai intenzione di pubblicare e gli eventuali ritardi: gli acquirenti di seconda mano sono generalmente un gruppo comprensivo, purché tu li tenga informati.

Quali sono le app migliori per vendere vestiti usati?

Flyp

Se sei negli Stati Uniti e hai una pila crescente di vestiti che vuoi vendere ma non riesci a trovare il tempo, Flyp è la strada giusta! Questo nuovo arrivato sulla scena della vendita di seconda mano crede che meno disordine = più potere, e fa tutto il lavoro duro per te. Basta inviare una foto dei vestiti, delle scarpe e delle borse con cui si è pronti a separarsi e si viene accoppiati con un venditore professionista. Loro faranno tutta la fotografia, la lista, la negoziazione, la vendita, l’imballaggio e la spedizione per te – e tu uscirai dall’altra parte con fino al 70% del profitto. Una vittoria per tutti, se mai ne abbiamo vista una!

Depop

Se sei un dipendente di Instagram, probabilmente ti sentirai a casa su Depop, che ha un aspetto e un formato simile con un layout del profilo a griglia, hashtag e una scheda di esplorazione. È semplice da usare e ha un enorme numero di utenti (15 milioni in 147 paesi), che cercano di tutto, dai pezzi di vero vintage ai recenti acquisti in svendita. Creare un profilo ed elencare gli articoli è gratuito, si paga solo una tassa del 10% sulle vendite.

Vestiaire Collective

Vestiaire Collective è il posto giusto per elencare tutte le gemme di design appese nel tuo armadio. Autenticano gli articoli, così gli acquirenti possono avere completa fiducia in te. Ha un costo maggiore – ricevi circa il 75% del denaro dalle vendite – ma quando vendi un prodotto di qualità superiore, vale la pena farlo correttamente e raggiungere acquirenti esigenti.

thredUP

Se sei negli Stati Uniti e in Canada e hai una tonnellata di vestiti usati di cui vuoi liberarti e non molto tempo da investire, thredUP è un’opzione fantastica. È il più grande mercato di rivendita di moda del mondo con oltre 35k marchi – da Gap a Gucci – con sconti fino al 90% sui prezzi di vendita al dettaglio. Come venditore, il tuo lavoro non potrebbe essere più facile: ordina semplicemente un Clean Out Kit e ti invieranno un’enorme borsa a pois che contiene tutti i vestiti che non indossi più. Rispediscilo GRATUITAMENTE e loro ispezioneranno, fotograferanno ed elencheranno i tuoi articoli. Guadagni un po’ di denaro o credito per lo shopping, oppure puoi scegliere di donare 5 dollari a un ente di beneficenza che ti piace.

Thrift+

Un’altra opzione senza problemi per quelli nel Regno Unito è Thrift+. Similmente a thredUP, ti mandano una borsa da riempire con oggetti di seconda mano di alta qualità da consegnare in un negozio locale (o organizzare un ritiro il giorno successivo a casa tua), e in cambio si occupano di tutta la vendita. Il ricavato delle vendite di successo viene diviso tra te (sotto forma di crediti Thrift+ o carte regalo) e il tuo ente di beneficenza. È una situazione vantaggiosa per tutti, che ti fa sentire bene, liberando la tua casa dal disordine e magari regalandoti un pezzo nuovo o due per rinfrescare il tuo guardaroba!

Vinted

Mentre la maggior parte del pubblico di Depop è composto da adolescenti o ventenni, su Vinted troverai un mix di età, che è un popolare punto di riferimento per chi cerca pezzi di alta moda. L’opzione di scambiare vestiti è un elemento divertente: potresti mettere in borsa qualcosa che ti piace in cambio di quelli a cui sei pronto a dire addio. Un altro vantaggio: non ci sono commissioni per il venditore.

Altre opzioni:

  • eBay / Gumtree: I siti della vecchia scuola come eBay e Gumtree hanno resistito alla prova del tempo per una ragione, anche se la concorrenza è alta per le vendite. Il formato dell’asta ti dà sempre la possibilità di ottenere più di quanto tu abbia contrattato.
  • ASOS Marketplace: Una buona opzione se stai cercando di trasformare la vendita dei tuoi vecchi vestiti online in una seria attività secondaria. Con un abbonamento mensile di 20 sterline più una commissione del 20% sulle vendite, non è adatto per sbarazzarsi di qualche pezzo qua e là.
  • Poshmark: Una popolare e semplice app per vendere il tuo guardaroba se sei negli Stati Uniti o in Canada, dove tieni l’80% del prezzo di vendita.
  • Mercari: Un modo semplice e veloce per vendere vestiti (e quasi tutto il resto) se sei in Giappone o negli Stati Uniti.
  • Carousell: Il mercato online per Australia, Canada e parte dell’Asia per vendere il disordine nella tua vita.

Come vendere vestiti usati offline

App e siti web rendono facile vendere vestiti usati online, ma fortunatamente non DEVI andare online per vendere vestiti di seconda mano. Ti consigliamo di fare una ricerca nei negozi di seconda mano locali per vedere se comprano vestiti usati delicatamente (ma assicurati che i tuoi vestiti siano puliti e in buone condizioni). Alcune città hanno anche negozi di consegna che possono comprare alcuni dei tuoi articoli pre-imparati per una commissione. Infine, potresti anche organizzare una vendita in cortile o in garage, specialmente se hai più di semplici vestiti da vendere.

Prepara i tuoi vestiti usati per la vendita

Che tu scelga di vendere i tuoi vestiti usati online o offline, fai la stessa cortesia che fanno i negozi fisici: assicurati che i tuoi articoli siano in condizioni ottimali quando arrivano alla porta degli acquirenti. Dagli una bella lavata, prestando particolare attenzione alle macchie di sudore o di trucco, e fai tu stesso delle piccole riparazioni se puoi.

Felice di vendere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.