Gravidanza dopo un aborto spontaneo

Perdere il tuo bambino in qualsiasi fase può essere devastante, e la paura che accada di nuovo può tentarti di rinunciare a provare ad avere un altro bambino. Paura, ansia e terrore sono tutte risposte normali dopo un periodo di perdita e dolore.

Ma se sei impegnata ad avere un bambino e vuoi provare a rimanere incinta dopo un aborto spontaneo, potresti avere alcune domande su cosa aspettarti, e cosa potresti fare per controllare la tua ansia e rimanere ottimista. Ecco alcune risposte che possono aiutare.

Quanto tempo dopo un aborto spontaneo puoi rimanere incinta?

I fornitori di assistenza sanitaria consigliavano di aspettare un certo numero di mesi prima di provare a rimanere di nuovo incinta dopo un aborto spontaneo. Hanno imparato, però, che l’utero è notevolmente bravo a recuperare da un aborto spontaneo, e la maggior parte dei medici ora dicono che va bene riprovare non appena si è pronti.

Ma controlla con il tuo medico sulla tua situazione specifica – se ci sono cicatrici nell’utero, pezzi di placenta lasciati indietro o una significativa perdita di sangue, lui o lei potrebbe raccomandare un’attesa più lunga.

Questo non significa che ogni donna si senta bene a riprovare non appena il suo corpo è pronto. Passare attraverso un aborto spontaneo può essere difficile, ed è normale voler elaborare le tue emozioni e piangere la tua perdita prima di dare un’altra possibilità alla gravidanza.

Anche se il tuo medico ti ha dato il via libera, prenditi tutto il tempo che ti serve.

È più facile rimanere incinta dopo un aborto spontaneo?

Non c’è nulla nell’avere un aborto spontaneo che renda intrinsecamente più facile rimanere incinta in futuro.

Ma puoi cogliere l’opportunità di trattare qualsiasi causa sottostante o migliorare i fattori di rischio dello stile di vita che possono aver contribuito al tuo aborto spontaneo. E fare questi passi potrebbe migliorare le tue possibilità di avere una gravidanza e un bambino sani.

Lettura consigliata

Dopo un aborto spontaneo: Cosa succede e come affrontarlo
Recupero post-partum dopo una perdita in gravidanza
Il tuo primo ciclo dopo una perdita di gravidanza
Cos’è un bambino arcobaleno?
La gravidanza dopo un aborto spontaneo

Dopo un aborto spontaneo: Cosa succede e come affrontarlo
Recupero post-partum dopo una perdita in gravidanza
Il tuo primo ciclo dopo una perdita di gravidanza
Cos’è un bambino arcobaleno?
La gravidanza dopo un aborto spontaneo

E’ normale avere paura o ansia di rimanere incinta dopo un aborto spontaneo? Passare attraverso un aborto spontaneo può essere devastante, e molte donne si preoccupano che potrebbero non essere in grado di concepire di nuovo. O se lo fanno, hanno paura di finire per perdere un’altra gravidanza.

Ma sappiate questo: La maggior parte delle donne che hanno un aborto spontaneo continuano a rimanere incinte di nuovo e ad avere bambini sani.

Per quanto possa essere difficile, cerca di ricordare che quello che ti aspetta nel tuo viaggio per concepire è diverso da quello che è venuto prima, e perdere una gravidanza non significa assolutamente che ne perderai un’altra.

Suggerimenti su come rimanere incinta dopo un aborto spontaneo

Quando sei pronta a riprovare, ci sono molti passi che puoi fare per sostenere i tuoi sforzi per concepire e avere una gravidanza sana:

  • Affronta qualsiasi problema di salute sottostante. Fai un check-up preconcezionale completo se non l’hai già fatto. Se non trattati, problemi di salute come il diabete, la pressione alta, i problemi alla tiroide e le malattie veneree possono rendere più difficile la gravidanza.

  • Raggiungere o mantenere un peso sano. Essere sotto o sovrappeso può aumentare leggermente la possibilità di aborto spontaneo.

  • Prova a gestire il tuo stress. Uno stress molto elevato potrebbe rendere più difficile rimanere incinta. Se ti senti molto ansiosa o tesa, cerca di trovare dei modi per rilassarti. L’esercizio fisico, lo yoga o la meditazione, la respirazione profonda, la visualizzazione e anche l’agopuntura possono essere utili. Se hai problemi a gestire i tuoi livelli di stress da sola, considera di parlare con un professionista.

  • Guarda l’assunzione di caffeina e alcol. Attieniti a 200 mg di caffeina o meno al giorno (la quantità contenuta in 12 once di caffè o due dosi di espresso), poiché un’elevata assunzione di caffeina potrebbe potenzialmente aumentare il rischio di aborto spontaneo. Se bevi, taglia gli alcolici. L’alcol può influenzare negativamente la fertilità e può aumentare le possibilità di aborto spontaneo.

  • Se fumi, smetti. Cerca di fare del tuo meglio per evitare anche il fumo di seconda o terza mano. Tu e il tuo partner dovreste anche stare alla larga dalla marijuana, poiché alcuni studi dimostrano che può anche interferire con la fertilità sia maschile che femminile.

Se hai già avuto un aborto spontaneo, è più probabile che tu abbia un altro aborto spontaneo quando rimani incinta? Se hai avuto un aborto spontaneo, le tue possibilità di averne un altro sono le stesse di una donna che non ha mai avuto un aborto spontaneo. In altre parole, è molto, molto probabile che tu possa avere una gravidanza sana.

C’è ancora un’alta probabilità che tu possa avere una gravidanza sana anche se hai avuto più aborti. Se hai abortito due volte, hai circa il 75% di possibilità di portare a termine la gravidanza. Se hai abortito tre o quattro volte, le probabilità sono intorno al 60-65%.

Sostegno per le donne che stanno cercando di rimanere incinta o sono già incinta dopo un aborto spontaneo

Gli aborti spontanei possono suscitare emozioni complesse, anche quando hai deciso di provare a concepire di nuovo o sei già incinta. Parlare con gli altri può rendere più facile elaborare i tuoi sentimenti e ricordarti che non stai affrontando tutto questo da sola.

Inizia a dire al tuo partner cosa ti passa per la testa – ricorda che ci siete dentro insieme.

Prova a parlare anche con altre persone che hanno subito delle perdite e che poi hanno avuto gravidanze sane. Gli amici e i membri della famiglia che hanno avuto un aborto spontaneo sono stati nei tuoi panni e capiranno cosa stai affrontando. Così anche le donne in un gruppo di supporto locale o in una bacheca per coloro che stanno cercando di concepire dopo un aborto spontaneo.

Se ti senti come se fossi sola o non stai ricevendo il supporto emotivo di cui hai bisogno, considera di parlare con il tuo medico. Lui o lei potrebbe essere in grado di indirizzarti ad un terapista specializzato nell’aiutare le donne che hanno subito una perdita di gravidanza.

Quando chiamare il medico per rimanere incinta dopo un aborto spontaneo

Dopo un aborto spontaneo, vale sempre la pena di ottenere il via libera dal tuo medico prima di provare di nuovo a rimanere incinta. Lui o lei può confermare se il tuo corpo è pronto e aiutarti ad affrontare qualsiasi problema che può aver giocato un ruolo nel tuo aborto spontaneo.

Se sei in sovrappeso o hai molto stress, per esempio, il tuo medico potrebbe raccomandarti di perdere peso o trovare modi per rilassarti.

È particolarmente importante parlare con il tuo medico se hai avuto due o più aborti spontanei. In questo caso lui o lei potrebbe voler condurre test ormonali, esami del sangue, test cromosomici o un esame dell’utero per scoprire se c’è un problema di salute sottostante che influenza la tua capacità di avere una gravidanza sana.

È normale preoccuparsi della tua capacità di rimanere incinta o di avere una gravidanza sana dopo un aborto spontaneo. La buona notizia è che la maggior parte delle donne continua a concepire e a portare a termine la gravidanza. Non c’è assolutamente bisogno di affrettarsi a riprovare, quindi datti il tempo di piangere la tua perdita.

Ma quando sei pronta, ottieni il via libera dal tuo medico e appoggiati al tuo partner, alla tua famiglia, agli amici e ad altri per il supporto emotivo. E cerca di mantenere una visione positiva: Le probabilità di avere una gravidanza sana in futuro sono a vostro favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.