Presentazione U.S. History Primary Source Timeline

Risultati di una tempesta di polvere, Oklahoma, 1936.
Farm Security Administration/Office
of War Information Black-and-White Negatives

Tra il 1930 e il 1940, la regione sud-occidentale delle Grandi Pianure degli Stati Uniti subì una grave siccità. Una volta una prateria semi-arida, le pianure senza alberi divennero la casa di migliaia di coloni quando, nel 1862, il Congresso approvò l’Homestead Act. La maggior parte dei coloni coltivava la propria terra o pascolava il bestiame. Gli agricoltori aravano le erbe della prateria e piantavano il grano della terraferma. Con la crescita della domanda di prodotti di frumento, il pascolo del bestiame fu ridotto, e milioni di acri in più furono arati e piantati.

L’agricoltura a secco nelle Grandi Pianure portò alla distruzione sistematica delle erbe della prateria. Nelle regioni di allevamento, il pascolo eccessivo distrusse anche grandi aree di prateria. Gradualmente, la terra fu messa a nudo e cominciarono a verificarsi danni ambientali significativi. Tra gli elementi naturali, i forti venti della regione furono particolarmente devastanti.

Con l’inizio della siccità nel 1930, la terra sovralimentata e sovrapascolata cominciò a soffiare via. I venti sferzavano le pianure, sollevando nuvole di polvere. Il cielo poteva oscurarsi per giorni, e anche le case ben sigillate potevano avere uno spesso strato di polvere sui mobili. In alcuni luoghi, la polvere andava alla deriva come la neve, coprendo edifici agricoli e case. Diciannove stati nel cuore degli Stati Uniti divennero un vasto polverone. Senza possibilità di guadagnarsi da vivere, le famiglie di contadini abbandonarono le loro case e le loro terre, fuggendo verso ovest per diventare lavoratori migranti.

Nel suo libro del 1939 The Grapes of Wrath, l’autore John Steinbeck descrisse la fuga delle famiglie dal Dust Bowl: “E poi i diseredati furono attirati verso ovest – dal Kansas, Oklahoma, Texas, New Mexico; dal Nevada e dall’Arkansas, famiglie, tribù, spolverati, trainati fuori. Carichi di auto, carovane, senza casa e affamati; ventimila e cinquantamila e centomila e duecentomila. Sono affluiti sulle montagne, affamati e irrequieti – irrequieti come formiche, che si affrettano a trovare un lavoro da fare – sollevare, spingere, raccogliere, tagliare – qualsiasi cosa, qualsiasi peso da portare, per il cibo. I bambini hanno fame. Non abbiamo un posto dove vivere. Come formiche che si affrettano a cercare lavoro, cibo e soprattutto terra”. In tutto, 400.000 persone lasciarono le Grandi Pianure, vittime dell’azione combinata di una grave siccità e di scarse pratiche di conservazione del suolo.

Per trovare altri documenti da Loc.gov su questo argomento, usa parole chiave come lavoratori migranti, campi migranti, lavoratori agricoli, dust bowl, e siccità.

Documenti

  • The Dust Bowl
    • Fattoria abbandonata nella zona del dust bowl. Oklahoma
    • Suolo soffiato dai venti della “dust bowl” ammucchiato in grandi cumuli vicino a Liberal, Kansas
    • Il contadino della dust bowl alza il recinto per evitare che venga sepolto dalla sabbia alla deriva. Contea di Cimarron, Oklahoma
    • Casale in abete del cliente in riabilitazione. Contea di Cimarron, Oklahoma. Dust bowl
    • I’d Rather Not Be on Relief – Song Lyrics
    • Life in the Camps
      • Presa d’atmosfera di campo di migranti, Weslaco, Texas
      • Campo tende di migranti a nord di Harlingen, Texas
      • Campo di migranti, California
      • Casa di lavoro di quattro stanze. Campo di lavoro per migranti di Visalia. California
    • Sulla strada
      • Sull’autostrada vicino a Bakersfield, California. Profughi del Dust Bowl
      • Squatters lungo l’autostrada vicino a Bakersfield, California.
      • Famiglia tra Dallas e Austin, Texas.
      • Profughi della dust bowl in Oklahoma. San Fernando, California
    • Roll Out the Pickets – Testo della canzone
    • Songs of the Okies – Radio Script
    • Trampling Out the Vintage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.