Radiologia Interventistica

Panoramica

L’appendicite è una delle cause più comuni di dolore addominale nei bambini. L’appendicite a volte può essere complicata da “rottura” o perforazione. In questi casi, il contenuto delle feci nell’appendice fuoriesce nell’addome. Questo provoca una reazione infiammatoria da parte del nostro corpo nel tentativo di “contenere” la diffusione, creando ascessi. L’infiammazione risultante rende anche difficile la rimozione chirurgica perché l’intestino diventa friabile. Tuttavia, questi ascessi intra-addominali possono provocare febbri prolungate, dolore e recupero lento.

Sintomi e storia

I pazienti affetti da appendicite si presentano tipicamente con dolore al quadrante inferiore destro, febbre e anoressia (nessun desiderio di mangiare). I pazienti possono avere un alleviamento del dolore in seguito alla rottura (poiché l’appendice non è più sotto pressione).

Diagnosi

L’ecografia addominale o la TAC possono mostrare una o più raccolte complesse di liquido nell’addome. La TC ha il vantaggio di mostrare raccolte più profonde ma richiede radiazioni. L’US è vantaggioso in quanto è la modalità primaria utilizzata dal Radiologo Interventista per eseguire il trattamento, quindi può determinare se un’ansa intestinale può essere d’intralcio, rendendo un paziente non idoneo al drenaggio IR.

Trattamento

Nei casi di appendicite perforata, la resezione chirurgica e il lavaggio possono essere difficili a causa del rischio di inseminare l’addome con ulteriori infezioni. In genere, la Radiologia Interventistica eseguirà il posizionamento del drenaggio dell’ascesso guidato dagli US e la chirurgia permetterà al paziente di recuperare per 4-6 settimane prima di far tornare il paziente per la rimozione elettiva dell’appendice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.