Sir William Osler (1849-1919)

Sir William Osler e la medicina alla McGillRiferimento a William Osler come paziente, il poeta Walt Whitman rivelò una notevole chiaroveggenza nel 1888 quando osservò: “Per quanto riguarda Osler: è un grande uomo – uno degli uomini rari. Sarei molto sorpreso se non salisse molto, molto in alto – diventando molto famoso nel suo mestiere – un giorno. Ha l’aria della cosa su di lui – di realizzazione.”

Considerato uno dei più grandi medici di tutti i tempi, William Osler è nato nella piccola città di Bond Head, Ontario nel 1849 e ha ricevuto la sua laurea in medicina da McGill nel 1872. Quando fu nominato professore di medicina all’Università due anni più tardi, Osler si affermò rapidamente come un pensatore innovativo, insistendo sul fatto che i suoi studenti imparassero sia in classe che in ambienti clinici.

Il nuovo approccio di Osler, che è stato sviluppato in un momento in cui gli studenti di medicina potrebbero subire la loro intera istruzione senza toccare un paziente, avrebbe rivoluzionato l’insegnamento della medicina. “Studiare la medicina senza libri è navigare in un mare inesplorato”, spiegò Osler, “mentre studiare la medicina solo dai libri è non andare affatto per mare.”

Osler fu reclutato dall’Università della Pennsylvania nel 1884, e poi dalla Johns Hopkins di Baltimora. Nel 1892, pubblicò la sua opera più famosa, Principles and Practice of Medicine, che esponeva le idee che aveva iniziato a mettere in pratica alla McGill.

Nel 1905 Osler divenne Regius Professor of Medicine a Oxford, e fu nominato baronetto nel 1911. Nota bibliofila, lasciò alla McGill la sua vasta biblioteca di storia della medicina, comprese molte opere rare che sarebbero diventate il nucleo di una delle più importanti collezioni di storia della medicina del Nord America.

Alla sua morte nel 1919, il Times attribuì la sua straordinaria influenza in parte al suo “grande potere di ispirare gli altri, di ottenere il meglio dai suoi allievi, e il suo alto idealismo personale”. Ma il potere delle sue idee ha superato la sua considerevole influenza personale. Infatti, molti degli approcci alla formazione medica che ha sostenuto – programmi di residenza medica e un curriculum medico che include l’interazione al letto con i pazienti – sono ancora oggi pietre miliari della formazione medica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.