Whole-mount evaluation of penectomies for penile cancer: feasibility, cost and comparison to routine sectioning

Aims: Pathological staging in penectomies may be difficult due to the anatomical complexity of penile anatomy, and may be addition challenging due to the low volume at most institutions. Il nostro studio mirava a valutare la fattibilità dell’elaborazione del montaggio completo per i campioni di penectomia.

Metodi e risultati: Una ricerca retrospettiva di 7 anni per penectomie parziali o radicali ha identificato 55 campioni, che sono stati trattati di routine (n = 31) dal 2006 al 2009 e montati interi (n = 24) dal 2010 al 2012. I casi di routine hanno utilizzato più vetrini per caso rispetto alle montature intere (media 10,4 contro 7,2). I ritagli si sono verificati più spesso nei casi di routine (12,9% contro 0%). Più casi di routine hanno avuto blocchi aggiuntivi incassati (19,4% contro 4,2%). Al momento della revisione, sono state identificate cinque discrepanze che hanno avuto un impatto sulla stadiazione pT nel gruppo di routine, mentre nessuna nel gruppo whole-mount. Il costo aggiuntivo medio stimato per ogni caso di whole-mount rispetto all’elaborazione di routine è stato di 40,74 dollari, con un tempo di consegna aumentato di 1 giorno.

Conclusioni: Il whole-mounting è una tecnica fattibile per la penectomia che può essere utilizzata con un minimo aumento dei costi e dei tempi di esecuzione, e può migliorare la stadiazione. Le istituzioni in cui il montaggio integrale è già stabilito per altri organi, come la prostata, possono prendere in considerazione l’utilizzo di questo formato per i campioni di penectomia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.